Un anno con voi.

Un anno, questo 2018, di grandi cambiamenti, di sfide, di avventure e tutto con il vostro immancabile supporto. Vogliamo concluderlo con un post particolare su uno dei simboli che sono rimasti nell’immaginario collettivo: la fontana del progresso. Di seguito alcune righe che gli dedicò Saverio Terranova nel suo libro “Storia di Modica”

Nel 1966 l’amministrazione comunale, dopo un concorso di idee, affidò alla CEAM l’incarico di costruire una fontana da collocare in piazza Corrado Rizzone. Il progetto era del geom. Enzo Piccitto, proveniente dalla scuola d’arte di Comiso, fine ed elegante disegnatore. Fu inaugurata durante le manifestazione del Giugno Modicano del 1967 e da li rimarrà nei ricordi della città. La fontana fu chiamata col nome augurale di “Fontana del Progresso”. La città viveva il sogno del progresso.

Buon progresso a tutti! Buon anno!

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *